Non sei connesso Connettiti o registrati

Penne in libertà

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 4]

26 Re: Penne in libertà il Sab Gen 21, 2012 8:40 pm

Ospite


Ospite
L'uomo in treno
C'era una volta un uomo un po' matto drunken di nome Arnaldo Pancetti. Andò in una stazione, fece il biglietto per il treno delle 9:20,salì sul treno, ovviamente non si sedette e si mise a correre per i vagoni. Dopo un po'si calmò e andò alla carrozza ristorante a prendere una mela. cherry
Si chiese come faceva il treno a muoversi, corse nella cabina e toccò tutti i bottoni e le leve che c'erano, davanti agli occhi increduli del macchinista. Neutral No Exclamation
Ed ecco il guaio: Arnaldo aveva messo la leva della velocià al massimo; presero un bivio e tutti i passeggeri caddero e alcuni presi dal panico andarono alla cabina, videro tutti questo matto che non sapeva quello che faceva drunken . Si accorsero che il treno rallentava, e ad una fermata i passeggeri lo buttarono fuori dal treno; così capì che non si doveva scherzare e arrivò a destinazione con un pulman.

Pietro Barneschi

27 Re: Penne in libertà il Lun Gen 23, 2012 7:20 pm

Ospite


Ospite
La pipì della zebra

Questa zebra è una zebra un pò strana.

fa la pipì dappertutto.

psssssssssssssssssssssssssssssssss....

Al ristorante pssssssssss.... .....un grande getto di pipì nella zuppiera e su tutti i dolci.

Quando si affaccia alla finestra psssssssssssssssssss.... fa la pipì sulla testa de





i passanti.

Quando si lava nella vasca da bagno pssssssssssssss......... .....fa così tanta pipì che

l acqua trabocca.

E allaga tutta la casa..... psssssssssssssssssssssssssssssss......ben presto tutta la città sguazza nella pipì.

Dobbiamo sbarazzarci DELLA ZEBRA.

Dice la TARTARUGA.

La sua pipì ci arriva fino alle GINOCCHIA, e presto ci arriverà sopra la testa!

Addio , dice la tartaruga alla zebra.

Qui nel deserto potrai fare tutta la pipì che vuoi.

PSSSSS-PSSSS-PSSSSS, risponde triste la zebra.

Che disastro in città!

Le case bruciano!

Rimarrà solo la cenere!

Tutti gli animali corrono a cercare la zebra, PSSS-PSSS-PSSS,

seduta su un sasso.

E la riportano in città.......

PSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS..........

Con un solo getto, l incendio è spento.

SCCCCCCCCCCCCHHHHHHHHHHH

mormora il fuoco spegnendosi.

Allora la tartaruga dice alla zebra: d ora in avanti sarai il nostro POMPIERE!

Adesso la zebra può fare la pipì dappertutto.

E tutti gli animali l applaudono, dicendo: BRAVA! BRAVA!.

PSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS...........



FINE.....PSSS...



Hajali!

Ma cosa ti viene in mente...

Evil or Very Mad

28 Re: Penne in libertà il Gio Gen 26, 2012 8:25 pm

Ospite


Ospite
LA PORTA MISTERIOSA
di Guglielmo

C'era una volta un bambino di nome Giovanni.
Un giorno andò ad un parco e scoprì' una porta (scavando) che conduceva ad un magazzino sotterraneo, dopo corridoi e cunicoli trovò un'altra porta però aperta oltrepassò la soglia e si trovò sulla luna dove trovò una casa vuota.




CONTINUA ...

29 Re: Penne in libertà il Gio Gen 26, 2012 8:27 pm

Ospite


Ospite
LA PORTA MISTERIOSA 2
di Guglielmo




...entrò nella casa,era addobbata per Natale, e decise di viverci.
Dall'altra parte della casa c'era un'altra porta e Giovanni disse:” un'altra porta? “ questa volta non entrò nella porta ma esplorò la casa.
All'inizio si chiese “Chissa perchè è addobbata per Natale, sono sulla Luna?” poi decise di entrare nella porta chiedendosi dove l'avrebbe portato.Dopo corridoi e cunicoli varcò la soglia e si ritrovò su marte, aveva addosso una tuta da astronauta.
“Marte è davvero stupefacente” disse Giovanni esplorando il pianeta “Rosso”.In lontananza vide un telescopio: dal telescopio vide la Terra solo che non era la Terra che conosceva ma una “Terra di fuoco” .
Subito cercò un razzo per aiutare la Terra(e la sua famiglia).
Vide una porta la aprì e si ritrovò a casa, era tutta distrutta, Giovanni disse:”Sono arrivato tardi..."


CONTINUA...

30 Re: Penne in libertà il Gio Gen 26, 2012 8:32 pm

Ospite


Ospite
cara maestra: spero che i miei libri ti piacciano

P.S.

li ho scritti io e ne sto scrivendo un altro.

guglielmo

31 Re: Penne in libertà il Ven Gen 27, 2012 8:06 pm

Ospite


Ospite
Esperienza dal Papa

Eravamo con mia madre a casa abbiamo aspettato e siamo usciti appena arrivati alla fermata cerano già Edo e Franci abbiamo aspettato e sono arrivati Pietro,Lucia,Giorgio e Agnese ecc... Siamo partiti e abbiamo fatto 2 turni di Metropolitana e siamo arrivati.Abbiamo aspettato Fulco e Guglielmo sono arrivati e siamo partiti.Avevamo un incontro con Filippo era vicino a una fontana.Facendo un pò di strada siamo entrati nella sala Nervi abbiamo aspettato 30:00 minuti e poi in tutte lelingue il papa ha parlato siamo stati li 1:00 e poi siamo andati abbiamo ripreso la metropolitana e siamo andati a casa io sono andato con Pietro e Giorgio.
the end

32 Re: Penne in libertà il Sab Gen 28, 2012 1:07 pm

Ospite


Ospite
I DRAGHI

IN UN GIORNO DI NEBBIA,PIOGGIA,BUIO E VENTO,ERO IN UN BOSCO ORRIBILE ALBERI BRUCIATI, IO MI CHIESI COSA FOSSE SUCCESSO,MA NON FECI IN TEMPO NEANCHE A MUOVERE UNA GAMBA CHE SENTII UN RUMORE CHE FECE TREMARE LA TERRA.IN QUELLA FITTA NEBBIA VIDI UNA PERSONA VESTITA IN MODO STRANO,CHE ESAMINAVA LA TERRA E GLI ALBERI.IO MI AVVICINAI A LUI E GLI CHIESI,PERCHE STAI ESAMINANDO GLI ALBERI E LA TERRA?LUI MI DISSE TI è PARSO PERCASO DI SENTIRE QUEL RUMORE?IO GLI DISSI QUALE QUEL RUMORE COSì FORTE DA FAR TREMARE LA TERRA?LUI MI DISSE SI PROPRIO QUELLO.IO GLI DISSI, CHISSA A CHE FENOMENO ATMOSFERICO APPARTIENE.LUI MI DISSE NON è UN FENOMENO ATMOSFERICO,è UN DRAGO.IO MI MISI A RIDERE E LUI MI CHIESE PERCHè RIDEVO, IO GLI DISSI OVVIO PERCHè MI HAI FATTO UNO SCHERZO E NON CI SONO CASCATA.NON MI HAI VOLUTO CREDERE, SE TI ACCCADRà QUALCOSA PEGGIO PER TE.PASSATE UN PO DI ORE,RITORNA QUEL RUMORE CHE LA FA CADERE A TERRA SVENUTA.IL SIGNORE DI PRIMA LA VEDE E DICE NON DIRE CHE NON TI AVEVO AVVERTITO.QUANDO SI RISVEGLIA NON RICORDA NIENTE ALLORA DICE MEGLIO CHE VADO A RIPOSARMI SU QUEL CESPUGLIO LA,IO SAPEVO QUALERA LA CURA PERò ME L'ERO SCORDATA.MI SVEGLIAI E D'UN TRATTO RICORDAI TUTTO.RIVIDI QUEL SIGNORE E GLI DISSI I DRAGHI NON ESISTONO,LUI MI FECE VEDERE LE PROVE E IO GLI DISSI HAI PERFETTAMENTE RAGIONE.LUI MI DISSE CHE SONO VENUTI A CERCARE LE LORO UOVA,ALLORA IO GLI DISSI TROVIAMO LE LORO UOVA E DIAMOGLIELE, OK!LUI TIRò FUORI DALLA SUA TASCA UNA MAPPA DEL PARCO E SEGNALAVA I PUNTI DOVE CERANO LE UOVA.TROVVAMMO TUTTE LE UOVA E LE DAMMO AI DRAGHI.



THE END

33 Re: Penne in libertà il Sab Gen 28, 2012 4:35 pm

Ospite


Ospite
La giornata dal Papa

Siamo andati alla fermata dell' autobus, vicino scuola. Siamo seduti. Ci siamo seduti davanti al Papa, e il Papa comincia a parlare. Dopo un po', io, Lucia, Giulia D.N. e Giulia.A..

Tanti Sacerdoti, parlano in altre tante lingue perché ci sono altre persone che vengono da tutto il mondo, per assistere all' Udienza Papale. Poco prima del termine ci hanno dato dei foglietti giallini con scritto il Padre Nostro in latino, e l' abbiamo recitata. Al termine, usciamo dalla grande Sala Nervi. Attraversiamo un lungo corridoio dove vediamo alla TV, le persone importanti che baciano la mano del Papa e gli parlano. Usciti dal palazzo, vediamo le Guardie Svizzere con la divisa di colore
giallo e blu.



Ultima modifica di Alessandra il Mar Gen 31, 2012 8:11 pm, modificato 3 volte

34 Re: Penne in libertà il Lun Gen 30, 2012 4:11 pm

Ospite


Ospite
Un viaggio a New York

New York è una delle città più importanti degli Stati Uniti e io l'ho visitata due anni fa insieme alla mia famiglia

Si trova sulla costa orientale, a sei ore di fuso orario indietro rispetto all'Italia ed è una città molto vivace dal punto di vista culturale e commerciale.

Uno dei simboli della città è Times Square, una piazza dalla forma irregolare sui palazzi della quale lampeggiano vivaci cartelloni pubblicitari.

Il museo che mi è rimasto più impresso è il Metropolitan Museum, che conserva importanti reperti archeologici di varie civiltà, quadri di varie epoche e oggetti di design.

Un altro dei simboli della città è la statua della Libertà, che abbiamo visto da vicino facendo una crociera sulle rive dell'Hudson.

Dall'ultimo piano dell'Empire State Bulding abbiamo visto il magnifico spettacolo della città di notte, con tutte le sue luci e strade illuminate.

Anche la passeggiata nel Central Park è stata entusiasmante, abbiamo visto gli scoiattoli e vari tipi di uccelli acquatici.

Brava, Rosellina.
Mi lasci il blu per le mie correzioni, per favore?

35 Re: Penne in libertà il Lun Gen 30, 2012 7:55 pm

Ospite


Ospite
Maestra, posso cancellare il mio messaggio?
I love you



E perchè?
Puoi modificarlo se vuoi.

36 Re: Penne in libertà il Mer Feb 01, 2012 9:24 am

Ospite


Ospite
La banda dei quattro ragazzi
assassini

10.000 persone presero il treno per andare in messico ma alle 16:00 scattò l' operazione dei quattro ragazzi assassini;era una cosetta da gnente per loro,bastava uccidere tutti apparte il capitano prenderlo in ostaggio e farsi dire dov' era la cassaforte.
Così fecero.
Appena conclusa l' operazione andarono alla banca del Messico per rompere
l' allarme ed entrare.
Entrati dentro la banca presero tutto, cioè €100.000.000+100 computer; per fortuna la banca aveva più di 100 allarmi così scattarono tutte insieme;
anche con quel frastuono di allarmi furono riusciti a scappare.
Il giorno dopo incominciò la guerra contro la polizia perchè era bastato sparare a un cadetto con una beretta.
Entrarono nella caserma e frantumarono tutto, Jack prese un mitra ruppe le armi quindi conseguensa:grande esplosione.
Fransisco prese una sbarra di ferro e ruppe i comandi per le allarmi.
Invece Enrico e Luca erano i colleghi ju-jitsu e ruppero tutto il resto.
Alla fine, praticamente disintegrarono la caserma.



Ultima modifica di Enrico il Mer Feb 22, 2012 3:35 pm, modificato 1 volta

37 Re: Penne in libertà il Ven Feb 03, 2012 6:11 pm

Ospite


Ospite
Una giornata eccezionale


Oggi niente scuola, aspettiamo la neve! E finalmente la neve è arrivata verso le 12 e 30. Evviva cheers!
Prima qualche fiocchetto misto alla pioggia, poi fiocchi sempre più grandi, larghi come grandi patatine fritte. Il mio terrazzo si è subito coperto ed anche gli alberi di Villa Ada e del parchetto sotto casa; c'erano i gabbiano che volavano e sembravano giocare con la neve.
Il mio gatto non è voluto uscire in terrazza ed è stato sempre nel suo cestello.
Ma ora viene il bello. Nel pomeriggio sono andato a Villa Ada insieme a Guglielmo, Giulia A. e Matilde. Molti alberi erano caduti per il peso della neve e si sentivano tanti altri cadere. Ci siamo anche un po' spaventati. Ci siamo fermati al laghetto piccolo, abbiamo giocato a palle di neve e fatto un bel pupazzo. Ci siano tanto divertiti. Very Happy


38 Re: Penne in libertà il Sab Feb 04, 2012 8:54 pm

Ospite


Ospite
Una giornata eccezionale (2).

Questa mattina mi sono svegliato presto: volevo vedere se c'era ancora la neve e perchè mio padre voleva portarmi a fare un giro in treno a Sulmona. La neve c'era, era tantissima! La gita a Sulmona è stata rinviata perchè molti treni non sono partiti perchè gli scambi si erano congelati per la tanta neve. Sad Peccato.
Allora abbiamo deciso di fare un giro in macchina per vedere Roma tutta innevata. Al ritorno sono andato al parchetto sotto casa ed ho incontrato Giulia A. e Matilde: abbiamo giocato con la neve e c'era anche un cane che mi inseguiva e voleva stare sempre con me.
Nel pomeriggio è venuta a casa mia Giulia A. per giocare in terrazza con la neve. La neve ci arrivava alle ginocchia e ci siamo scatenati. Poi a casa ci siamo visti un film Smile molto carino.
Poco fà ho sentito al Tg che anche lunedì le scuole saranno chiuse. cheers jocolor Razz

39 Re: Penne in libertà il Lun Feb 06, 2012 1:10 pm

Ospite


Ospite
La storia di Sartignano ( la mia città Lego) Surprised

Ho costruito una città con il Lego e l'ho chiamata Sartignano: ecco la sua storia.


Nel 1886 è nata Sartignano: ecco la storia.
In questi tempi faceva molto freddo, nevicava tantissimo.
Un uomo di nome Arnaldo Rallin viveva a Bolzano, era poverissimo Sad; andava sempre da un suo amico a chiedergli se gli aveva trovato un lavoro ma lui gli rispondeva sempre di no. Un giorno in cui le cose non potevano andare peggio il suo amico gli disse: " Io sono riuscito a trovarti un lavoro ma temo che dovrai camminare molto."Arnaldo gli chiese:"Dove me l' hai trovato?" lui gli rispose: " A Brunico."
Dopo un' ora Arnaldo si mise in cammino fra le strade imbiancate dalla neve; uscito da Bolzano e anche da Bressanone si scatenò una bufera di neve. affraid Continuò a camminare per due chilometri ma di colpo svenne. affraid Arrivarono due guardie forestali lo videro e lo portarono nel loro rifugio. Quando si svegliò si accorse che era stato salvato da queste guardie.Si presero cura di lui per 5 anni. Prima di morire egli disse: " Voi vi siete presi cura di me e vi chiedo questo: qui, in questo altipiano costruiteci una città." E così fecero costruire una città di nome Sartignano. Ancora oggi i sartignanesi si onorano di averlo eletto santo protettore.

Fine.



Ultima modifica di Pietro il Lun Feb 13, 2012 3:56 pm, modificato 1 volta

40 Re: Penne in libertà il Sab Feb 11, 2012 7:34 pm

Ospite


Ospite
Federico e le piante
Federico era un bambino che odiava le piante,, il padre che le amava non sapeva cosa fare. Aveva provato di tutto ma Federico non cambiava opinione.
Fin da piccolo Federico odiava le piante.
Una volta il padre aveva portato Federico al fioraio. Federico che odiava le piante fece finta di niente ma, appena il padre si girò lui strappò dieci foglie ad un albero.
Ad un certo punto al padre , ormai rassegnato gli venne un’ idea : portare per posta a Federico una piantina.
Il padre chiamò allo zio di Federico e gli disse di comprare una pianta a Federico e spedirgliela per posta.
Due giorni dopo, a Federico arrivò per posta una piantina.
Federico prima di rompere la piantina pensò a chi gli aveva mandato la piantina e decise di non romperla.
Prima di tutti chiese al padre il quale non gli disse chi era stato ma gli disse di non romperla perchè le piante danno a noi l’ ossigeno e senza esse noi non potremmo vivere.
Federico capì che la piante erano importanti e non ne ruppe più una.

41 Re: Penne in libertà il Mer Feb 15, 2012 7:46 pm

Ospite


Ospite
La guerra di bolle di sapone

Nello spazio c'era un pianeta che era stato fondato da un alieno su una stella. alien Like a Star @ heaven C'erano delle regioni nelle quali regnava un re. I re delle regioni non andavano d'accordo e facevano sempre guerre di bolle di sapone: le caricavano in un cannone e sparavano: in questo modo le armi dell'avversario esplodevano. affraid
Un giorno un bambino della regione di Bluronv decise di mettere fine alla guerra. Girò in ogni base del pianeta e distrusse tutte le armi. Wink Così quando scoppiò un' altra guerra, gli alieni fecero pace e andarono a conquistare Marte e così nacquero i Marziani. alien



Ultima modifica di Pietro il Gio Feb 23, 2012 5:40 pm, modificato 1 volta

42 Re: Penne in libertà il Sab Feb 18, 2012 12:37 pm

Ospite


Ospite
Una visita speciale
Federico era sempre triste, i genitori non sapevano più come fare: avevano provato di tutto.
Non si sapeva perché fosse sempre triste.
Un giorno a casa di Federico venne la zia Maria.
All’ inizio a Federico stava antipatica ma, quando i genitori dovettero uscire Maria fece uno spettacolo molto divertente, così divertente da fare ridere Federico.
Appena tornati, i genitori di Federico lo videro ridere; furono così contenti di vederlo ridere che fecero una festa e invitarono tutti i parenti.
Finalmente Federico rideva.

43 Re: Penne in libertà il Gio Feb 23, 2012 6:06 pm

Ospite


Ospite
Uno strano rumore
Stavo dormendo come se non avessi mai dormito per una settima intera Sleep quando un rumoraccio mi svegliò. Io mi spaventai, pale affraid corsi a chiamare i miei genitori ma erano troppo addomentati per ascoltarmi, così io presi la torcia e andai a vedere, avevo un po' di paura. Arrivato in cucina lo sentii di nuovo e per la paura feci un salto. affraid pale Appena entrai in cucina vidi che era il mio gatto cat che stava facendo cadere i bicchieri e così lo rimproverai; lui offeso andò via Sad io tornai a dormire e il giorno dopo mi scusai con il mio gatto.



Ultima modifica di Pietro il Mar Mar 06, 2012 11:01 am, modificato 1 volta

44 Re: Penne in libertà il Ven Feb 24, 2012 2:58 pm

Ospite


Ospite
L' albero delle emozioni
Eccolo , è lui
il salice piangente,
con la sua testa china,
i lunghi rami che sembrano capelli
e infine , le foglie paragonate a lacrime.


Bravissimo Matteo.
Quando puoi vieni qui e sarai tra i tuoi amici.

Ti vogliamo tutti bene e ti aspettiamo presto tra noi!
Un abbraccio ed un bacione da tutti.


45 Re: Penne in libertà il Mer Feb 29, 2012 9:10 am

Ospite


Ospite
Maestra mi metti questo avatar ?

46 Re: Penne in libertà il Mar Mar 06, 2012 11:38 am

Ospite


Ospite
Un viaggio fantastico
Carlo, un bambino di dieci anni sognava di fare un viaggio nel suo cervello;una cosa impossibile per noi, ma lui nonostante le prese in giro, continuava a crederci.
Un giorno, durante la ricreazione Carlo si addormentò sotto un albero.
Sognò di viaggiare nel suo cervello.
Entrò in una stanza del suo cervello e, rivide tutta la sua vita: da quando era nato fino a ora.
Ad un punto sentì la voce della maestra chiamarlo.; Carlo si svegliò soddisfatto : finalmente aveva viaggiato nel suo cervello.
Da quel giorno nessuno prese più in giro a Carlo.
Ales Adele

47 Re: Penne in libertà il Lun Mar 19, 2012 6:15 pm

Ospite


Ospite
Il viaggio a Bruxelles

Sono a Roma e sto prendendo il taxi per andare all' aereoporto di Roma.
Dopo 35 minuti, eravamo all'areoporto e siamo andati ha fare il check-in, poi siamo andati a cenare. Il cibo mi piaceva molto, perché era buonissimo. In attesa di andare in aereo, mamma in tanto, si è comprata il giornale. Dopo, siamo andati in autobus, che ci ha portato alle scale dell'aereo. Fuori faceva molto freddo. Dopo, siamo entrati in aereo e abbiamo aspettato qualche minuto prima del decollo. E avevano spento le luci, perché era in fase di decollo. Dopo aver decollato, sono passate le signorine a controllare se le cinture erano allacciate per bene. Dopo 2 ore di viaggio in aereo, il pilota dell'aereo ha atterrato, e quando siamo atterrati andavamo velocissimi. Poi siamo andati a ritirare la valigia di mamma , cioé quella che avevamo spedito. Poi, mio zio é venuto ha prenderci alle 23:10. Per arrivare a casa loro, dovevamo restare in macchina 40 minuti, perché l' aereoporto era Sharleroi che si trova a sud di Bruxelles. Arrivati, ci siamo messe subito a letto. Il giorno dopo, siamo andati all'Ocead, dove c' erano gli scivoli con dei nomi: l' Anaconda, Barracuda e Camaleonte. Il mio preferito era quello del Barracuda, perché all'inizio dello scivolo c' era una discesona molto bella.
Domenica, invece, c'era la festa di mia cugina, che si chiama Gemma. La festa l'ha fatta in una fabbrica di cioccolato, lei l' ha fatta lì perché è golosa di cioccolato. Lì c' era il cuoco che ci ha fatto vedere come si fa il cioccolato. Noi abbiamo fatto il cioccolato fondente, e ci abbiamo immerso i mashmellows. Dopo, i mashmellows di cioccolato che abbiamo fatto, ce lì siamo portati ha casa. Dopo, siamo ritornati a Roma in aereo, e siamo arrivati all' aereoporto di Roma alle 23:06. Abbiamo preso il taxi, e a casa siamo arrivati alle 0:24.

48 Re: Penne in libertà il Mar Apr 10, 2012 8:39 pm

Ospite


Ospite
La giornata di PASQUA

Ero sveglia, e per colazione ho bevuto il latte con i biscotti.
Alle 11:00, mi é venuta a prendere Raffaella, la mamma di Lucia, per andare a Porto Ercole. Il viaggio durava 2 orette, mentre stavamo in viaggio abbiamo sentito la musica sull' i pod di Lucia, con le cuffiette. Quando siamo arrivati, Lucia e sua sorella, mi hanno fatto vedere i lavoretti che avevano fatto questa estate con Giulia A.. Erano fantastici! Avevano costruito il porto con il faro rosso. Siamo andate di sopra a sistemare le valigie negli armadi. Dopo aver fatto tutto, siamo andate al mare, ovvio non abbiamo fatto il bagno.
Ci siamo subito messe a costruire una macchina di sabbia. Ci abbiamo messo un anno per costruirla.
Poi siamo andate a vedere una bancarella che vendeva cose molto carine. Noi, abbiamo chiesto a Raffaella se ci poteva comprare qualcosa, ma lei disse di no. Quindi siamo andate a giocare a pallavolo.Alle 4:00, quando iniziava a pioviccicare, quindi, siamo tornate a casa. Un pochino dopo, siamo scese in paese, perché dovevamo vederci con un' amica che si chiama Polisena.
Alle 19:00 abbiamo cenato e siamo andate a letto.

E' stata un' esperienza FANTASTICA!!!

49 Re: Penne in libertà il Mer Apr 11, 2012 3:45 pm

Ospite


Ospite
Il torneo a Norcia


Era l'ultimo giorno di scuola, alle 5:00 mi misi in viaggio senza la mia famiglia ma con la mia squadra di calcio.
Arrivati a Norcia con le borse piene di roba ci consegnarono la chiave delle stanze.
Sistemati i vestiti andammo a cena, al centro di Norcia.
Finita la cena tornammo nelle nostre camere.
Le camere erano da 4 persone.
La notte il gruppo della mia stanza e quello di fronte non riusciavamo a dormire perchè c'era un maleducato che ci bussava lo stesso per quelli di fronte allora venne il Mister che ci disse:"mettetevi a letto e chiudete gli occhi.
Io mi addormentai subito ma gli altri poco dopo di me.
La mattina andammo a fare colazione per fortuna nell'hotel.
A 12:00 avevamo un partita contro la Nuova Fulginium, erano altissimi forse erano anche del 2001.
Naturalmente perdemmo erano fortissimi ma noi siamo almeno riusciti a fare un goal.
La seconda partita l'abbiamo persa 5 a 0 potevamo vincere avevamo fatto un sacco d'azioni bellissime ma ogni tiro non entrava dentro quella benedetta porta.
La terza partita anche questa la perdemmo era una squadra di giocatori fortissimi che hannovinto il torneo.
Abbiamo lottato contro quelli della Nursia calcio e abbiamo vinto poi abbiamo giocato contro la S.S Totti ma era diversa e questa partita l'abbiamo persa.
In questo torneo i sono divertito anche se mi hanno fatto uscire il sangue (gli avversari)
E' stata un'esperienza fantastica spero di riviverla !!
Smile Smile Smile Smile Smile



Ultima modifica di FilippoDT il Ven Apr 13, 2012 3:30 pm, modificato 2 volte

50 Tre giorni da campione il Gio Apr 12, 2012 3:50 pm

Ospite


Ospite
Per le vacanze di Pasqua sono andato tre giorni a Norcia con la mia squadra di calcio: la Boreale. Siamo arrivati ottavi su quindici, però ho giocato con i ragazzi del 2001 e non è stato affatto facile. Ho superato me stesso perché ho giocato benissimo. Questo è quello che mi ha detto il mio mister. Eravamo in un hotel a quattro stelle dove si mangiava molto bene. Di sera, uscivamo a fare un giro per visitare la città. In camera dormivo con tre compagni di squadra. Per arrivare a Norcia abbiamo impiegato quattro ore, come per andare a Milano (!). L'autista ha sbagliato strada, ci ha portato a Spoleto.

Risultati: girone B
Boreale - Monterotondo 1-0 cyclops
Lodigiani - Boreale 5-0 Sad
Boreale - Totti Azzurra 0-2 No
Boreale - Virtus Foligno 3-2 cheers
Boreale - Norcia 7-1 affraid
Boreale - Nuova Fulginium 0-2 No

Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 4]

Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum