Non sei connesso Connettiti o registrati

**Le Alpi**

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 **Le Alpi** il Dom Feb 12, 2012 4:08 pm

artemisiabalco

avatar
Qui inseriamo tutti i lavori relativi alle montagne che fanno da corona e confine al territorio italiano, sia dal punto di vista fisico che politico.

Ecco a voi alcune informazioni che ci fornisce AlessandroN.

Il lavoro di Tommaso lo vedremo insieme perchè qui non riesco ad inserirlo.


_________________

2 Re: **Le Alpi** il Dom Feb 19, 2012 4:01 pm

Ospite


Ospite

3 Re: **Le Alpi** il Lun Feb 20, 2012 9:55 pm

Ospite


Ospite
Dal punto di vista climatico le prealpi sono caratterizzate da un clima di tipo "oceanico" con massimi precipitativi autunno-primaverili, ed escursione termica annuale e giornaliera ridotta. Le alpi interne, invece, hanno un clima molto più continentale, con massimi precipitativi estivi, forte escursione termica annuale e giornaliera. La stagione vegetativa inoltre è più lunga sulle prealpi rispetto alle alpi interne a parità di quota.
Fanno eccezione i grandi altipiani come Asiago/Cansiglio che hanno un clima molto particolare.
Immaginando di immergersi all'interno dell'arco alpino, la vegetazione varia in maniera molto netta. Sui rilievi prealpini il faggio la fa da padrone sopra gli 800/1000 metri cioè dove la piovosità è forte. Sotto si trovano carpino nero e orniello (a volte anche leccio) e rovere. Su pendii molto ripidi esposti a sud qualche pineta di pino silvestre e nella parte più orientale dell'arco alpino (dalla valle del piave ad est) pino nero.
Andando via via piu a nord e cioè entrando nell'arco alpino la competitività del faggio diminuisce, in parte per colpa delle gelate tardive che bruciano le gemme dei semenzali, in parte per le temperature e la piovosità non ottimale. Spesso la faggeta diventa mista, con presenza più o meno forte di abete bianco e talvolta abete rosso. Ad alta quota appare il larice (scarso sulle prealpi). A bassa quota, nelle zone più aride rivolte a sud, boschi di roverella coprono estesi versanti insieme talvolta alle pinete di pino silvestre.
Infine, nelle zone ancora più interne, la brevità della stagione vegetativa rende il faggio una specie inadatta: nei versanti a nord boschi di abete rosso/bianco a quote basse, sormontati da boschi di larice e pino cembro (specie tipica di condizioni continentali - peraltro rinvenuta naturalmente nel settore orobico). Nei versanti esposti a sud, ancora pinete di pino silvestre e pino uncinato (sulle alpi occidentali) e larice alle quote superiori.

4 Re: **Le Alpi** il Sab Mar 03, 2012 9:49 am

Ospite


Ospite
Le Alpi

Catena montuosa più elevata d' Europa.


Sono frontiera naturale per l' Italia.


Per maggiore chiarezza sono state divise in settori.


Attraversano circa 7 paesi europei.


Sono collegate agli Appennini.


Orografia.: fenomeno del carsismo.

Idrografia: ghiacciai- laghi- fiumi.

Flora.

Fauna.

Clima.




@ Parchi nazionali.

5 Re: **Le Alpi** il Sab Mar 03, 2012 6:15 pm

artemisiabalco

avatar
Con il nuovo programma sono riuscita ad inserire il lavoro di Tommaso, se poi me lo porterà "alleggerito" lo inserisco volentieri perchè così il forum fatica di meno.



 
 
 
 
 
 
 
 
   
   
   
   
   
   
   
   
 

 



Ultima modifica di artemisiabalco il Dom Mar 12, 2017 8:00 pm, modificato 2 volte


_________________

6 Re: **Le Alpi** il Lun Mar 05, 2012 9:01 pm

Ospite


Ospite
L’ALPEGGIO ALPINO
Con il termine “alpeggio” si indica la permanenza, durante la stagione estiva, del bestiame di allevamento sui pascoli di alta montagna. L’ambiente delle alte quote influenza positivamente gli animali sia dal punto di vista morfologico che funzionale. Infatti il foraggio di alta montagna è



costituito da una gran varietà di specie erbacee, particolarmente appetitoso e con un elevato valore nutritivo. Questo fa sì che gli animali stiano in buona salute e anche i loro prodotti (il latte) risultano essere di buona qualità.





C’è poi da dire che il terreno sul quale gli animali sono costretti a muoversi per cercare il foraggio è spesso scosceso e pieno di ostacoli per cui essi sono sottoposti ad una sorta di allenamento fisico che rinforza la loro muscolatura rendendoli più robusti. Infine, a causa della rarefazione dell’aria alle alte quote (minore concentrazione di ossigeno), l’attività respiratoria viene accelerata e sia i polmoni che il cuore vengono messi a dura prova; insomma, tutto il metabolismo dell’animale si modifica e questo si traduce in buona salute, grande resistenza e produttività elevatissima.

La pratica dell’alpeggio (alpicoltura) sulle Alpi è diversa da quella che avviene sugli Appennini, sia per le differenti condizioni climatiche e ambientali sia per il bestiame utilizzato. Sull’arco alpino l’alpeggio viene di solito effettuato con il bestiame bovino (85%). Gli ovini utilizzano in genere aree più scadenti dove l’erba del prato è già stata ampiamente consumata dal precedente passaggio dei bovini: per questi ultimi, infatti, l’erba deve essere più alta in quanto essi la strappano con la lingua, mentre invece gli ovini la strappano con in denti. Per quanto riguarda i caprini, ottimi arrampicatori, i terreni di pascolo sono quelli più impervi e scoscesi. Infine, gli equini e i suini sono alpeggiati solo di rado.



Sulle Alpi l’alpeggio inizia di solito tra la fine di maggio e la metà di giugno (monticazione) e finisce circa tre mesi dopo, cioè nella prima decade di settembre (demonticazione) quando sugli alti pascoli le temperature cominciano ad essere troppo basse e diventa perciò necessario riportare gli animali al piano. La salita verso le quote più alte avviene in più tappe cosicché il bestiame trascorre vari periodi di acclimatazione a differenti livelli di altitudine. Si inizia a 1000-1300 metri, sui pascoli che si trovano vicino alle abitazioni rurali (pascoli “di casa” o “di valle”). In seguito, quando queste praterie erbose non hanno più niente da offrire, gli animali salgono verso i pascoli “di mezzo monte” (1300-1700 metri), situati sui pianori e sulle pendici meno aspre, dove trascorrono il cosiddetto pre-alpeggio. Infine, quando la stagione estiva è già inoltrata e le erbe sono ormai mature, il bestiame viene condotto ai pascoli d’alta montagna (fino a 2500-2700 metri), le “malghe” o alpeggi veri e propri. Le malghe costituiscono l’Alpinetum , situato tra il limite della vegetazione arborea e la zona dei muschi e dei licheni.



A settembre inizia il ritorno a valle che segue le stesse fasi della salita in modo tale che gli animali possono utilizzare il foraggio ricresciuto durante la loro permanenza alle alte quote.

Sulle Alpi i pascoli si estendono all’incirca dalla zona del castagno fino al limite della vegetazione erbacea. Poiché le precipitazioni sono abbondanti (talvolta anche quelle nevose) è necessaria la presenza di ricoveri per uomini e animali.




Per quanto riguarda l’approvvigionamento idrico, invece, dove mancano sorgenti o corsi d’acqua il bestiame utilizza le pozze d’abbeverata ricavate in depressioni naturali del terreno o create artificialmente dall’uomo.


7 Re: **Le Alpi** il Mer Mar 07, 2012 12:29 pm

Ospite


Ospite

Le Alpi
Le Alpi sono la catena montuosa più importante d' Europa .
Per convenzione le Alpi iniziano da ovest del Colle di Codibona e terminano a ovest della città di Vienna; Coprendo circa 1300 Km, a forma d' arco.
La cima più alta è costituita dal Monte Bianco che con i suoi 4810 metri è considerato il tetto d' Europa.
Sono state suddivise in: Alpi occidentali, Alpi centrali, Alpi orientali.

8 Re: **Le Alpi** il Dom Mar 25, 2012 1:29 pm

artemisiabalco

avatar
Tra le caratteristiche delle Alpi, voi stessi avete citato il fenomeno del carsismo che è presente anche in alcune zone appenniniche (ricordate?...San Vittore...)

AlessandroN., con l'aiuto del suo papà ce ne fornisce una spiegazione molto dettagliata.

La inserisco qui e chiedo ad Ale di ripassarla un po' per darcene una sintesi.






















_________________

9 Re: **Le Alpi** il Dom Mar 12, 2017 8:07 pm

artemisiabalco

avatar
Ho lasciato in questo topic alcuno lavori degli alunni degli anni passati.

Sono comunque informazioni interessanti che potreste studiare.

Se vorrete aggiungere altre informazioni, liberi di farlo.


_________________

10 Re: **Le Alpi** il Dom Mar 12, 2017 8:45 pm

artemisiabalco

avatar
Qui potete ascoltare la sintesi delle caratteristiche fisiche e antropiche di Alpi e Appennini.


_________________

11 Re: **Le Alpi** il Lun Apr 03, 2017 9:11 pm

IsabellaC

avatar

Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum