Non sei connesso Connettiti o registrati

Chiare, fresche...dolci acque (ma non solo dolci)

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

artemisiabalco

avatar
Ecco la famosa Idrografia passata per Calameo.

Mancano i laghi alpini e vulcanici e le isole maggiori (Sicilia e Sardegna); per fortuna c'è il lago di Bolsena.

Se qualcuno mi aiutasse...
Sad




Ultima modifica di artemisiabalco il Gio Mag 24, 2012 10:54 am, modificato 1 volta


_________________

Ospite


Ospite



Il lago Trasimeno.


Il lago Trasimeno è situato in Umbria in provincia di Perugia e confina con la provincia di Siena e di Arezzo.
E' il quarto lago più grande d'Italia, dopo il lago di Como. E' un lago alluvionale: questo significa che le sue acque sono alimentate principalmente dalle piogge e dai canali. Per questo quando piove poco, il lago Trasimeno (che già non è molto alto) è bassissimo. L'estate scorsa, per le poche piogge, il lago si era un po' ritirato. Sulle sue rive trovano rifugio numerose specie di uccelli ed tra i pesci il più comune è il pesce gatto. Come si può vedere nella foto, il lago Trasimeno ha al suo interno tre isole: la Maggiore, la Minore e la Polvese. Queste isole sono raggiungibili con un battello, tranne la Minore che è privata.
L'Isola Polvese è ricca di piante di olivi e lecci ed è molto bella per questa sua caratteristica.
L'isole Maggiore è un villaggio di pescatori con costruzioni che risalgono anche al 400. C'è la Rocca e due chiese con dipinti molto antichi. Nel XIII secolo ospitò anche San Francesco.
La cosa più bella del lago Trasimeno, secondo me, sono le isole. Spesso d'estate andiamo con il battello a visitarle.

Ospite


Ospite
Ho trovato questo su Wikipedia sui laghi alpini e prealpini. Vi piace?


Laghi alpini


In genere sono abbastanza estesi e collocati ad un'altitudine abbastanza elevata essi occupano conche scavate dai ghiacciai, che un tempo coprivano l'intera Catena Alpina. Se ne incontrano anche ai bordi inferiori degli attuali ghiacciai.

Vengono generalmente chiamati con nomi che si riferiscono ai paesi che vi si affacciano.

Spesso la loro capienza è stata aumentata con la costruzione di dighe, allo scopo di costituire più cospicue riserve idriche da utilizzare per la produzione di energia elettrica. Famosi nelle alpi bresciane sono il Lago della Vacca, i laghi d'Avio (Avio, Benedetto, Pantano e Venerocolo) e il Lago Aviolo.

Laghi prealpini






I laghi prealpini
I laghi prealpini più importanti sono:
il Lago Maggiore
il Lago di Lugano
il Lago di Como
il Lago d'Iseo
il Lago di Garda

Sono i più grandi ed i più importanti, perché costituiscono ottimi bacini, in cui i fiumi alpini frenano il loro impeto e purificano le loro acque, depositanti i materiali trasportati. Influiscono anche sul clima locale, mitigandolo.

Le loro acque riempiono il fondo di lunghe valli là dove esse sboccano nella Pianura Padana. Sono valli profonde, scavate dai ghiacciai, che un tempo scendevano fino ai piedi della Catena Alpina, e limitate a sud da cordoni di colline moreniche lasciate dai ghiacciai in ritirata. Attraverso quei cordoni morenici, generalmente, i fiumi emissari si aprono il corso verso il Po.

Il Lago Maggiore è chiamato pure Verbano: la sua superficie misura 212 km2; ad esso defluiscono le acque di altri laghi vicini e minori: Lago d'Orta, Lago di Mergozzo, Lago di Varese, Lago di Lugano.
Il Lago Maggiore è alimentato dal Ticino. Il suo corso superiore, fino alla riva di Locarno, così come una parte del lago stesso, appartiene alla Svizzera.
Dallo specchio delle sue acque emergono le Isole Borromee: Isola Madre, Isola Bella, Isola dei Pescatori.

Il Lago di Lugano o Ceresio occupa una conca di 51 km², in gran parte sottoposta alla giurisdizione elvetica.

Il Lago di Como o Lario misura 146 km² di superficie ed è il più profondo fra i laghi prealpini (410m). Esso, dalla punta di Bellagio, si divide in due rami, al termine dei quali sorgono le città di Lecco e Como. Immissario ed emissario del Lario è il fiume Adda.

Il Lago d'Iseo o Sebino (65,3 km²) riceve le acque dell'Oglio nel tronco inferiore della Valcamonica; nel suo bel mezzo emerge l'isola più estesa dei laghi italiani: Monte Isola.

Il Lago di Garda o Benaco è il più esteso lago d'Italia (370 km²) ed anche il più notevole per la mitezza del clima di cui godono le sue sponde, grazie alla sua posizione geografica, che è la più meridionale tra quelle dei laghi prealpini. Questo fatto favorisce una vegetazione di tipo mediterraneo (olivi, viti, agrumi), che costituisce una delle caratteristiche principali dell'amenità delle sue sponde.

Oltre a questi laghi, vi sono innumerevoli altri laghetti situati tra le pieghe moreniche della catena alpina.

Tali sono, per esempio, il Lago di Candia, il Lago di Viverone nelle colline solcate dalla Dora Baltea, i laghi della Brianza (Lago di Alserio, Lago di Oggiono, Lago del Segrino,...).

Altri ancora di origine carsica sono i Laghi d'Arsa (Istria) ed il Lago del Matese, nel gruppo omonimo dell'Appennino, che occupano conche (doline) aperte nella roccia calcarea.


Bravo, Edo
Very Happy

FedericoI.

avatar
[url=http://www.scuolarosa.it/primaria/alunni/il_fiume/sefer/IL FIUME.htm]http://www.scuolarosa.it/primaria/alunni/il_fiume/sefer/IL%20FIUME.htm[/url]

Andateci è molto interesante

LiviaR.

avatar
Un emissario è un corso d'acqua che esce da un lago.
Un immissario è un corso d'acqua che da solo o assieme ad altri fa affluire l'acqua in un lago.
un affluente è un fiume che si getta in un altro fiume


MartinaD.

avatar
E' molto interessante

MatteoL.

avatar

Le Isole Maggiori

La Sicilia e la Sardegna sono le principali isole italiane per estensione, oltre che per rilevanza e popolazione. La Sicilia è la più grande isola del mar Mediterraneo e la Sardegna ha una superficie di poco inferiore.


La Sicilia
La Sicilia è bagnata a nord dal Mar Tirreno, a est dal Mar Ionio e a Sud dal Mare Mediterraneo. Lo Stretto di Messina divide per soli 3 km la Sicilia dalla penisola italiana. La maggior parte del territorio è montuoso. A sud si trova il vulcano dell’Etna. L’Etna è uno dei vulcani ancora attivi più grandi del mondo.
Fiumi - Laghi:
I fiumi della Sicilia sono a carattere torrentizio e hanno un corso breve. I più lunghi e più capienti come portata d’acqua, sono il Simeto e l’Alcantara che sfociano nel Mar Ionio. I laghi della Regione sono molto piccoli. In mezzo all’isola è presente il Lago di Pergusa, che a volte presenta le acque tutte rosse a causa di un processo naturale di certi microrganismi che ci vivono dentro.
Clima:
Il clima è tipicamente Mediterraneo. Quando soffia il vento dall’Africa, detto scirocco, il caldo alza la temperatura fino ad opprimere. Nella parte centrale il clima è continentale.


La Sardegna


La Sardegna è bagnata a est dal Mare Tirreno e a ovest del Mare di Sardegna. A nord troviamo lo stretto delle Bocche di Bonifacio che la divide dalla Corsica.
Fiumi - laghi:
I fiumi della Sardegna sono a carattere torrentizio. Il principale è il Tirso che sfocia nel Golfo di Oristano.
Clima:

Il clima è mite. Nelle zone costiere l’inverno è tiepido, mentre abbastanza rigido sulle montagne più alte. Il periodo estivo è caldo e secco. Le piogge sono scarse e si concentrano all’inizio della primavera e alla fine dell’autunno. Nel periodo invernale l’isola è colpita dal vento maestrale che è un vento occidentale molto violento. 

artemisiabalco

avatar
Bravi tutti!


_________________

IsabellaC

avatar
Questo è fatto io

Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum